Mostra Latina: Marco Delogu, Mohamed Keita, Flavio Scollo

Il 17 dicembre alle 19.00 presso lo Spazio Polivalente Museo Giannini di Via Oberdan 13 a Latina si terrà l’inaugurazione della mostra a cura di Paolo Valente “ConTemporaneaMente” con le fotografie di Marco Delogu, Mohamed Keita e Flavio Scollo

30 November 2016
Left.it Terremoto, Daniele Molajoli e Flavio Scollo

Mentre io e Daniele Molajoli eravamo nuovamente nella Valnerina per proseguire ed aggiornare il lavoro attualmente in mostra al MACRO di via Nizza 138 per FOTOGRAFIA, su left.it è uscita un’intervista a cura di Simona Maggiorelli a Emilio Caslini, giornalista di Report ed autore del libro Rifondata sulla bellezza (Spino editore) in cui compie un viaggio in Italia, raccontandone il patrimonio diffuso sul territorio, ma anche l’insufficienza tutelare. Qui l’intervista e alcune delle foto tratte dal nostro lavoro: https://www.left.it/2016/11/30/la-bellezza-ferita-dei-luoghi-colpiti-dal-terremoto-un-mese-dopo/

Simon Roberts New Vedute - Alternative Postcards from Rome A lady in front of the installation

Simon Roberts
New Vedute – Alternative Postcards from Rome
A lady in front of the installation

Ho avuto il piacere di curare la mostra di Simon Roberts, New Vedute – Alternative Postcards from Rome  / is opening now the fotografia festival and i had the pleasure to curate Simon Roberts’ beautiful New Vedute – Alternative Postcards from Rome.

La mostra sarà visitabile al MACRO di via Nizza 138 per FOTOGRAFIA – Festival Internazionale di Roma fino all’8 gennaio 2017

 

Sintetizzando molto, si potrebbe affermare che Simon Roberts è un fotografo di paesaggi. Come spesso avviene, ciò però non basterebbe a descriverne la fotografia. I suoi paesaggi infatti hanno quasi sempre a che fare con il tessuto sociale di chi quel paesaggio lo abita, ed è in questa relazione che Roberts compie una piccola magia alchemica: le persone disposte geometricamente nella scena inquadrata diventano naturalmente parte del paesaggio al pari degli alberi o di altri elementi, come se fossero sempre stati lì e sempre fossero destinati a rimanervi ma, seppure tutto appare calmo e ordinato, nulla del dinamismo originario viene perso. Diventa, molto semplicemente, contemplabile.

_mg_8014

 

Fino all’8 gennaio 2017 al MACRO di via Nizza 138, per il FOTOGRAFIA – Festival Internazionale di Roma, saranno in mostra la baracca costruita da Roger Ballen e le fotografie che vi ha ambientato l’interno. Ho curato la mostra, Commissione Roma 2016, insieme a Marco Delogu

Roger Ballen, statunitense di nascita, ha trascorso gli ultimi trenta- cinque anni della sua vita a fotografare le periferie di Johannesburg, en- trando in contatto profondo con quel mondo estremamente sommerso e distaccato dalla vita comune, composta dagli “shanties” (le baracche di lamiera) ed i suoi abitanti, spesso additati come “freaks”. L’incontro con questo mondo ha condizionato profondamente la sua estetica fino a diventarne icona e da questo incontro nasce una dimensione ancora più oscura, composta da ombre e su cui aleggiano fantasmi di un passato indefinibile.

22 October 2016
amatrice

 

Conosciuto come il terremoto di Amatrice, l’evento sismico del 24 agosto 2016 ha coinvolto un’ampia area montana divisa tra le regioni di Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo. Il terremoto ha portato via centinaia di vite umane e ha devastato uno dei luoghi più ricchi di storia e di arte del Paese: i borghi medievali, le chiese affrescate e gli edifici storici oggi sono in gran parte ridotti ad un cumulo di macerie ed è doveroso pensare anche alla ricostruzione di questi luoghi: un lavoro lungo e complesso, perché nel caso dei beni culturali si ha a che fare non soltanto con edifici storici, ma anche con i simboli di un’identità culturale che se non adeguatamente tutelata, rischia di andare perduta.

In collaborazione con Poste Italiane e Circolo – Italian Cultural Association London, la XV edizione di FOTOGRAFIA – Festival Internazionale presenta un importante progetto dedicato alla raccolta fondi – tramite il sito del festival ed altre iniziative – per il restauro di alcuni beni storico-artistici di Amatrice e delle altre zone colpite dal sisma dello scorso agosto.

Stormy Sees, by Mary Beth Leatherdale and Eleanor Shakespeare

Stormy Sees, by Mary Beth Leatherdale and Eleanor Shakespeare, Annick Press Ed., 2016

 

I took a little part in this project by providing the portraits for the chapter about one of the protagonists of the stories, my good friend Mohamed Keita.

“A treacherous voyage across the open seas is the last hope for safety and freedom for five young people from around the world. 
The phenomenon of desperate refugees risking their lives to reach safety is not new. For hundreds of years, people have left behind family, friends, and all they know in hope of a better life. This book presents five true stories about young people who lived through the harrowing experience of setting sail in search of asylum: Ruth and her family board the St. Louis to escape Nazism; Phu sets out alone from war-torn Vietnam; José tries to reach the U.S. from Cuba; Najeeba flees Afghanistan and the Taliban; Mohamed, an orphan, runs from his village on the Ivory Coast. Aimed at middle grade students, Stormy Seas combines a contemporary collage-based design, sidebars, fact boxes, timeline and further reading to produce a book that is ideal for both reading and research. Readers will gain new insights into a situation that has constantly been making the headlines.”

 

flavio scollo_OMO grid3x4 bassa

L’8 ottobre ha inaugurato al MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma la XIV edizione di FOTOGRAFIA – Festival Internazionale di Roma sul tema del Presente. Il mio lavoro OMO sarà esposto nella collettiva centrale del Festival fino al 17 gennaio 2016  in compagnia di Olivo Barbieri, Fabio Barile, Federico Clavarino, Nicolò Degiorgis, Stefano Graziani, Francesco Jodice, Allegra Martin, Domingo Milella, Francesco Neri, Sabrina Ragucci, Giovanna Silva, Paolo Ventura.

Catalogo della mostra, book desing di Leonardo Magrelli

Catalogo della mostra, book desing di Leonardo Magrelli

 

Flavio Scollo / Mohamed Keita
Da Roma a Baini e ritorno – Un itinerario per immagini
a cura di Ludovico Pratesi

Arte Contemporanea Cinecittà Due, Roma
11 Ottobre-11 Novembre 2015
Inaugurazione: 11 Ottobre ore 11.30

Nell’ambito di FOTOGRAFIA 2015, lo spazio Arte Contemporanea Cinecittà Due presenta la mostra Da Roma a Baini e ritorno, curata da Ludovico Pratesi, che riunisce 70 opere dei due giovani fotografi Flavio Scollo (1984) e Mohamed Keita (1993) che compongono un itinerario per immagini da Roma alla comunità di pastori di Baini, la denominazione sarda di Villaverde (Oristano).

phc 2015 100x100 72 dpi

Il 4 aprile 2015 alle 18.30 inaugura la settima edizione di PhC – Capalbiofotografia. Ragionando sui tempi lenti e scanditi dettati dalla natura, il festival ricercherà in questi stessi elementi le nostre origini ed interrogherà il paesaggio sul rapporto che con esso intratteniamo.

Tu credi, europeo marcio, di amare il deserto, la natura, la campagna, ma poi dici ‘finalmente’ quando ricompaiono i segni dell’odiata civiltà.
(Luciano Bianciardi, Viaggio in Barberia)

1970858_759318007463010_4987417319732177722_n

Mercoledì 26 alle 19, al MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma (Via Nizza 138), si terrà una nuova inaugurazione per il FOTOGRAFIA – Festival Internazionale di Roma per l’apertura della mostra di Johnny Moncada “from Vera to Veruschka”. Con l’occasione verranno allestiti in sala enel anche i “Crani” di Antonio Biasiucci e i ritratti di Zanele Muholi.

Dalla Project Room 1 alla sala enel si sposteranno anche gli “Anarchici” con una esposizione dei documenti originali in versione ridotta, ma integrata dall’esposizione di 18 ritratti 50×30 che ho riprodotto direttamente dall’album #63 del fondo altavista dell’Archivio di Stato di Roma.

[metaslider id=496]