I’m once again happily and proudly curating Simon Roberts’ New Vedute – Alternative Postcards from Rome.

On Tuesday 16 May, in collaboration with Photo London, the Italian Cultural Institute of London presents three photo exhibition, among those Simon’s work.

 

Io e Daniele saremo a Milano (più precisamente al padiglione 2 lettera A del complesso fieristico di Rho) durante Tempo di Libri per un incontro dal titolo “Se la terra trema”, durante il quale verrà proiettato il lavoro sui beni culturali in Valnerina colpiti dai terremoti di Agosto e Ottobre 2016. All’incontro ci sarà anche Silvia Ballestra, autrice di “Vicini alla terra. Storie di animali e di uomini che non dimenticano quando tutto trema”.

The Destruction – Reconstruction exhibition, which opened last fall at MACRO Museum in Rome and then has been already on display in London  at the Italian Cultural Institute , is now hosted by EPICEntre@UCL, the international centre of excellence for earthquake engineering research. The theme of reconstruction and recovery after a destructive earthquake is one of the central educational objectives of the International Master Programme in Earthquake Engineering and Disaster Management run by EPICentre. It is also central to the cross-disciplinary UCL Grand Challenges, focusing on research on Sustainable Cities and Human Wellbeing.
Opening on Friday 21 April 2017, 6pm, at UCL North Cloisters: Haldane Room

(Keep Reading)

Yes, the guy in the middle is Mr. Josef Koudelka himself, having dinner in front of our photos at the IIC of London

 

 

 

Giovedì 26 alle 19 io e Daniele saremo a Londra presso l’Istituto Italiano di Cultura per l’inaugurazione della mostra sui beni culturali danneggiati dai terremoti nel Centro Italia, un progetto realizzato a più riprese ad Ottobre e Novembre 2016 per FOTOGRAFIA – Festival Internazionale di Roma con il contributo di Poste Italiane e il Circolo ed incentrato principalmente nei comuni della Valnerina, tra i comuni di Norcia, Castelluccio e Campi.

La mostra resterà all’Istituto fino al 17 Gennaio 2017.

Mostra Latina: Marco Delogu, Mohamed Keita, Flavio Scollo

Il 17 dicembre alle 19.00 presso lo Spazio Polivalente Museo Giannini di Via Oberdan 13 a Latina si terrà l’inaugurazione della mostra a cura di Paolo Valente “ConTemporaneaMente” con le fotografie di Marco Delogu, Mohamed Keita e Flavio Scollo

30 November 2016

Left.it Terremoto, Daniele Molajoli e Flavio Scollo

Mentre io e Daniele Molajoli eravamo nuovamente nella Valnerina per proseguire ed aggiornare il lavoro attualmente in mostra al MACRO di via Nizza 138 per FOTOGRAFIA, su left.it è uscita un’intervista a cura di Simona Maggiorelli a Emilio Caslini, giornalista di Report ed autore del libro Rifondata sulla bellezza (Spino editore) in cui compie un viaggio in Italia, raccontandone il patrimonio diffuso sul territorio, ma anche l’insufficienza tutelare. Qui l’intervista e alcune delle foto tratte dal nostro lavoro: https://www.left.it/2016/11/30/la-bellezza-ferita-dei-luoghi-colpiti-dal-terremoto-un-mese-dopo/

Simon Roberts New Vedute - Alternative Postcards from Rome A lady in front of the installation

Simon Roberts
New Vedute – Alternative Postcards from Rome
A lady in front of the installation

Ho avuto il piacere di curare la mostra di Simon Roberts, New Vedute – Alternative Postcards from Rome  / is opening now the fotografia festival and i had the pleasure to curate Simon Roberts’ beautiful New Vedute – Alternative Postcards from Rome.

La mostra sarà visitabile al MACRO di via Nizza 138 per FOTOGRAFIA – Festival Internazionale di Roma fino all’8 gennaio 2017

 

Sintetizzando molto, si potrebbe affermare che Simon Roberts è un fotografo di paesaggi. Come spesso avviene, ciò però non basterebbe a descriverne la fotografia. I suoi paesaggi infatti hanno quasi sempre a che fare con il tessuto sociale di chi quel paesaggio lo abita, ed è in questa relazione che Roberts compie una piccola magia alchemica: le persone disposte geometricamente nella scena inquadrata diventano naturalmente parte del paesaggio al pari degli alberi o di altri elementi, come se fossero sempre stati lì e sempre fossero destinati a rimanervi ma, seppure tutto appare calmo e ordinato, nulla del dinamismo originario viene perso. Diventa, molto semplicemente, contemplabile.

_mg_8014

 

Fino all’8 gennaio 2017 al MACRO di via Nizza 138, per il FOTOGRAFIA – Festival Internazionale di Roma, saranno in mostra la baracca costruita da Roger Ballen e le fotografie che vi ha ambientato l’interno. Ho curato la mostra, Commissione Roma 2016, insieme a Marco Delogu

Roger Ballen, statunitense di nascita, ha trascorso gli ultimi trenta- cinque anni della sua vita a fotografare le periferie di Johannesburg, en- trando in contatto profondo con quel mondo estremamente sommerso e distaccato dalla vita comune, composta dagli “shanties” (le baracche di lamiera) ed i suoi abitanti, spesso additati come “freaks”. L’incontro con questo mondo ha condizionato profondamente la sua estetica fino a diventarne icona e da questo incontro nasce una dimensione ancora più oscura, composta da ombre e su cui aleggiano fantasmi di un passato indefinibile.

22 October 2016

amatrice

 

Conosciuto come il terremoto di Amatrice, l’evento sismico del 24 agosto 2016 ha coinvolto un’ampia area montana divisa tra le regioni di Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo. Il terremoto ha portato via centinaia di vite umane e ha devastato uno dei luoghi più ricchi di storia e di arte del Paese: i borghi medievali, le chiese affrescate e gli edifici storici oggi sono in gran parte ridotti ad un cumulo di macerie ed è doveroso pensare anche alla ricostruzione di questi luoghi: un lavoro lungo e complesso, perché nel caso dei beni culturali si ha a che fare non soltanto con edifici storici, ma anche con i simboli di un’identità culturale che se non adeguatamente tutelata, rischia di andare perduta.

In collaborazione con Poste Italiane e Circolo – Italian Cultural Association London, la XV edizione di FOTOGRAFIA – Festival Internazionale presenta un importante progetto dedicato alla raccolta fondi – tramite il sito del festival ed altre iniziative – per il restauro di alcuni beni storico-artistici di Amatrice e delle altre zone colpite dal sisma dello scorso agosto.